.       

I significati castranti, supportati da ciascuna protesi del falso se , sono continuamente alimentati dalle informazioni significative, veicolati dalla realt,  le quali , sincronicamente, alimentano con gli stessi significati castranti le corrispondenti protesi del falso se.

Via via che la coscienza integra i significati del proprio Se i corrispondenti significati castranti delle protesi del falso s vengono inertizzati.

E qu si dovrebbe ipotizzare che la coscienza NON coincide con l'intero cervello ma occupa solo una parte e piuttosto minuscola di esso.

La coscienza neuronale del S rispetto al cervello come un piccolo pannello di comando in grado di dirigerlo completamente.

Procedendo in quel processo di integrazione il pannello di comando sempre pi a disposizione  dei significati del proprio S sempre meno disponibile per le protesi del falso se.

Quindi in realt il processo di integrazione del proprio S  gioca infine la propria partita solo su quel piccolo pannello.

E possibile che la coscienza vera e propria infine coincida solo con la coscienza quantistica (l'insieme dei microtubuli) e che la parte neuronale del cervello venga impegnata per la elaborazione neuronale nonch  per la percezione (coscienza percettiva e coscienza cognitiva) .

Mentre la funzione intuizione e la funzione sentimento sono funzioni della coscienza quantistica.

L'ego si gode il tutto riposando sotto un albero di fichi (esclusi quindi quelli di mele sia perche si esposti a pericolose cadute di frutta sia per l'intenso  traffico di sinuose  fanciulle vogliose).

 


 

Torna alla home pageTorna alla pagina indici Settembre 2022