.    

Per chi avesse voglia di interpretare il grande numero di simbolismi in cui sono intrisi i due poemi di Omero osservi prima la durata della guerra di Troia nell'Iliade e la durata del tormentato viaggio di Ulisse nellíOdissea.

In totale venti anni tanto quanto dura (o dovrebbe durare se non venisse bloccato prima) un processo di crescita psichico normale e spontaneo in un essere umano.

Ed osservi che mentre l'Iliade racconta, tra l'altro, simbolicamente della conquista e della liberazione della coscienza del SŤ (Elena) e la distruzione della coscienza del falso sŤ (Troia) l'Odissea racconta simbolicamente del processo di crescita del SŤ/Ulisse e del suo conflitto finale con le protesi del falso sť  (i Proci/porci) e la congiunzione infine con la sua coscienza del SŤ (questa volta rappresentata dalla paziente Penelope).

Ed allora si capirŗ anche nel corso di quel lungo viaggio Ulisse ha vissute dodici esperienze significative ,con dodici diversi approdi cosž come dodici  erano gli anelli dei dodici scuri che egli trapassa con la sua freccia.

A significare che la sua coscienza ha "centrato" TUTTI i significati del suo SŤ di  cui il numero dodici Ť appunto numero simbolo.

Con il suo arco che solo lui Ť riuscito a tendere (arco come simbolo della funzione intuizione).

Per chi ne Ť capace ce n'Ť di lavoro da fare.

 

 

 


 

Torna alla home pageTorna alla pagina indici Settembre 2022