.               

Si tratta di un soggetto con un potente complesso materno e con un altrettanto potente complesso di castrazione.

Dopo una lunga sequenza di sogni transferali (e di conseguenti comunicazioni controtransferali) emerge un sogno transferale, (preceduto di qualche giorno da un evento reale catastrofico ma senza vittime, avente lo stesso significato del sogno transferale) che consente, grazie al controtransfert ed alla conseguente presa di coscienza,  di evitare una intrusione  psicotica nella coscienza del soggetto.

Segue il superamento della dipendenza psichica generata dal complesso materno.

Successivamente si rende necessaria, seguendo la spontaneitÓ della azione terapeutica non ortodossa, una comunicazione simbolica a livello di comunicazione di realtÓ che sveli alla coscienza percettiva il conflitto generato dal suo complesso di castrazione ed i tratti caratteriali che lo rendono simbolicamente manifesto.

Una specie di diagnosi conclusiva.

                                            (scritto il 14/1/24)

 

 

 

 

 

 


 

Torna alla home pageTorna alla pagina indici Febbraio 1924